Imprese e rating di legalità

Il RATING DI LEGALITA’ (introdotto dal Decreto Legge 1/2012 ed entrato in vigore nel 2013) è lo strumento che certifica l’affidabilità operativa di un’impresa e valuta il rispetto della legalità dell’azienda che ne fa richiesta, attraverso l’attribuzione di un range che va da un minimo di una fino a un massimo di tre stellette, secondo specifici parametri.(http://www.giojaeassociati.it/rating-di-legalita/)

Nel biennio 2014-2015 il numero delle imprese che hanno fatto richiesta di attribuzione del rating di legalità è cresciuto esponenzialmente; sulla base dei dati pubblicati sul sito dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (www.agcm.it), aggiornati al 15 Gennaio 2016, sono 1312 le imprese con “Rating attribuito” (delle quali 30 hanno ottenuto il rating  nel 2016) e 41 le imprese con il “rating rinnovato” (elaborazione su dati AGCM)

Nel solo 2015 le richieste presentate sono state 1541, a fronte delle 441 giunte nel 2014 (con un incremento del 243%) (cfr. “Rating di legalità, richieste triplicate” Il Sole 24 ore, 29 Dicembre 2015)

La positiva risposta delle imprese allo strumento del RATING DI LEGALITA’ dimostra che la trasparenza e il rispetto delle regole possono essere volani di sviluppo e competitività del sistema imprenditoriale italiano, oltre che fornire benefici sul piano finanziario e di accesso al credito, grazie alla premialità concessa da Istituti Bancari e Pubbliche Amministrazioni alle imprese che hanno ottenuto le stelle del Rating di Legalità.