MICRO PRESTITO

Concessione di finanziamenti per le microimprese pugliesi.business-1049272

Il Micro Prestito d’Impresa è lo strumento della Regione Puglia rivolto alle microimprese pugliesi già operative e non bancabili per la concessione di un finanziamento per realizzare nuovi investimenti.

OBIETTIVI E FINALITA’

Favorire l’accesso al credito di micro imprese pugliesi non bancabili, prive dei requisiti patrimoniali e finanziari per ottenere un finanziamento dal sistema bancario, per la realizzazione di nuovi investimenti o per spese di gestione.

SOGGETTI BENEFICIARI

Microimprese operative in Puglia che al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:

  • Aver emesso la prima fattura almeno 6 mesi prima della domanda preliminare di finanziamento.
  • Avere meno di 10 addetti e non essere partecipata per la maggioranza del capitale da altre imprese.
  • Realizzare un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.

Essere costituite in una delle seguenti forme giuridiche:

  • ditta individuale,
  • società cooperativa
  • società in nome collettivo
  • società in accomandita semplice
  • attività professionali (in forma singola o associata)
  • società a responsabilità limitata

Essere non bancabili, avere rispettato quindi negli ultimi 12 mesi tutti seguenti requisiti:

  • non avere avuto liquidità per più di 50.000 euro;
  • non essere stata proprietaria d’immobili e macchinari per un valore superiore a 200.000 euro;
  • non avere un fatturato superiore a 240.000 euro (con una media mensile di ricavi non superiore a 20.000,00 euro)
  • non aver beneficiato di finanziamenti per un importo superiore a 30.000 euro.
  • Non aver beneficiato delle agevolazioni di cui al Titolo II del Regolamento generale dei regimi di aiuto.

Le imprese attive nel settore commercio possono accedere allo strumento Microprestito solo alle seguenti condizioni:

  1. Abbiano emesso la prima fattura attiva (o abbiano percepito il promo corrispettivo) almeno 24 mesi prima della presentazione della domanda di accesso al finanziamento;
  2. Abbiano emesso fatture, negli ultimi 12 mesi, per un importo compreso tra 60.000 e 240.000 euro.

Il Fondo non finanzia i settori seguenti:

  • Pesca e acquacoltura
  • Produzione agricola
  • Attività di esportazione verso paesi terzi
  • Settore Carboniero
  • Costruzioni navali
  • Siderurgia
  • Imprese attive nel settore delle fibre sintetiche
  • Fornitura e produzione di energia, acqua e gestione di reti fognarie
  • Attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco.
  • Attività di organizzazioni associative
SPESE AMMISSIBILI

Spese d’investimento (almeno il 30% del totale al netto dell’IVA):

  • Opere murarie e assimilate;
  • Acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, automezzi di tipo commerciale;
  • Acquisto di programmi informatici;
  • Trasferimento di tecnologie mediante l’acquisto di brevetti e licenze.

Altre spese (al netto dell’IVA e non superiori al 70% del totale dell’investimento):

  • Acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo;
  • Spese di locazione d’immobili, affitto di apparecchiature di produzione;
  • Spese di utenza (acqua, elettricità riscaldamento ecc);
  • Polizze assicurative;
PROCEDURE DI AGEVOLAZIONE

I contributi concessi sono erogati sotto forma di mutui con le seguenti caratteristiche:

  • Importo minimo Euro 5.000,00
  • Importo Massimo  Euro 25.000,00
  • Durata massima 60 mesi (preammortamento di 6 mesi)
  • Tasso d’interesse fisso, pari al 70% del tasso di riferimento UE
  • Rimborso in rate costanti posticipate
  • Modalità di rimborso: SEPA Direct Debit, SDD con addebito sul conto corrente
  • Garanzie: non sono richieste garanzie patrimoniale o finanziare, ad eccezione delle società cooperative, s.rl. e delle associazioni professionali. L’impresa dovrà, però, essere presentata da un garante morale o da un’Associazione imprenditoriale o sindacale. La persona che rilascia la garanzia morale deve operare con un ruolo di riferimento in organizzazioni, associazioni, comunità o gruppi sociali purché radicati sul territorio.
    La garanzia morale o la presentazione tecnica non costituisce responsabilità patrimoniale del garante.
PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA
  1. L’istanza di accesso al finanziamento avviene attraverso l’invio di una domanda preliminare per via telematica (sistema.puglia.it/microcredito) che descrive le caratteristiche tecniche ed economiche dell’investimento; in questa fase non è previsto l’invio di documentazione cartacea.
  2. Le domande preliminari sono protocollate secondo l’ordine cronologico d’invio telematico e se ne verifica l’ammissibilità.
  3. Per tutte le domande ammissibili si procederà alla convocazione di un colloquio di tutoraggio al fine di valutare la fattibilità del progetto;
  4. Nel corso del colloquio viene redatta l’istanza di finanziamento, che sarà sottoscritta dal legale rappresentante.
SCADENZE

Bando aperto fino a esaurimento risorse.

INFO

Gioja & Associati, Via Carafa Bali 20 70017 Putignano (BA)

Tel. +39-080-4059327

email info@giojaeassociati.it